ZuluTrade - Autotrade the Forex Market like never before!" Scopri come AUTOTRADARE il forex

domenica 26 dicembre 2010

Divergenza rialzista secondo l'analisi tecnica per l'SP500


"Dall' analisi tecnica dell'indice americano possiamo notare come nonostante la divergenza rialzista presente usando alcuni indicatori di vario tipo l'indice abbia continuato a salire senza la partecipazione del grosso degli operatori...........sembra dire che il top lo abbiamo di media per il 03 gennaio 2011...........non saprei, ma devo tenere in considerazione questo presupposto........riassumendo : siamo long ma ormai la probabilità di inversione cresce sempre più, forse sarebbe meglio uscire e aspettare lo short."



Questo è l'estratto di un bel post trovato sul web che non ho perso tempo a provare a trasformarlo in strategia operativa questa volta però proverò a sfruttare un mini future, di seguito la strategia:

aspettare una barra su base settimanale con massimi e minimi inferiori alla precedente, entrare in posizione ed uscire appena l'indice rompe il massimo della barra precedente

sabato 18 dicembre 2010

Guadagnare in borsa con un capitale minimo è possibile



Oggi voglio presentarvi un libro che attendevo da tanto tempo perchè in ristampa. Il tema affrontato è:
  • è possibile vivere di trading?
  • è possibile farlo con un capitale minimo?
Bene, la risposta ad entrambe le domande è SI!

Attenzione, dire sì non equivale a dire è facile. Vivere di trading è possibile solo se si ha la coscienza che bisogna imparare così come si impara qualunque altro mestiere e se non lo si affronta come affrontiamo il tavolo verde altrimenti siamo destinati alla sconfitta.

Libri come questo sono proprio destinati ad insegnare il mestiere. Dopo averlo letto meditate sulle nozioni acquisite provate a fare operazioni senza soldi e solo dopo che vi sentirete sicuri cominciate a fare trading online con denaro reale.

Riflettete molto sui profitti e sulle perdite anche perchè in borsa è impossibile non subirne. Per quanto bravi sarete avrete sempre dei trade chiusi in perdita e sarete dei bravi trader solo se in media guadagnerete di più di quanto perdete, questa è la regola!

I libri sull'investimento ed il trading online andrebbero riscritti ogni settimana perchè nuovi strumenti finanziari e nuove tecniche operative appaiono sul mercato a ritmi vertiginosi. Questo libro infatti è arrivato alla quarta edizione ed è dedicato a quei risparmiatori che vogliono investire pochi soldi e provare l'ebbrezza dell'effetto leva.
Per fare questo esistono strumenti di trading particolarmente adatti che consentono di fare grandi guadagni investendo davvero molto poco, spesso limitando il rischio a ciò che si è investito. Attenzione però essi sono anche pericolosi: quel poco che si investe lo si può perdere in un batter d'occhio! Ed è proprio quello che succede a chi non è pratico.

L'autore ci spiega come usare correttamente questi sofisticati strumenti e operare nei mercati finanziari con capitali veramente limitati. In questa edizione affronta nuovi strumenti come il Forex, i CBBC (cal-lable bull/bear contracts), alcuni nuovi indicatori e ritorna sui covered warrant, futures, CFD con corposi aggiornamenti, il tutto arricchito da fogli di lavoro excell a richiesta con una semplice mail secondo le istruzioni contenute nel libro stesso.

Imperdibile, vi auguro una buona lettura!

sabato 11 dicembre 2010

L'importanza del drawdown nella scelta di un trading system

Ogni operatore di borsa ha una sua strategia; osserva il mercato e basa le proprie decisioni su notizie, grafici o regole per essere sicuro di usare un criterio valido. E’ possibile che si basi su osservazioni semplici, come comperare quando l'attività finanziaria esaminata raggiunge un certo prezzo o quando un broker raccomanda un'azione o ogni qual volta un mercato tocca un nuovo minimo. A certi livelli, queste sono le strategie di trading.




Ma queste regole sono spesso soggettive e non è possibile valutarne i risultati con criteri matematici.

Purtroppo in questi casi il mezzo che si utilizza per valutare tali strategie, sono i soldi messi nel mercato e molto spesso persi.

Ipotizziamo di poter valutare le strategie di trading prima di rischiare il nostro capitale. Immaginiamo di poter testare le strategie usate fino ad ora e quelle non usate, prima di cominciare ad investire.

Valutiamo quindi quanti soldi avremmo guadagnato se avessimo fatto davvero del trading!

Questo si chiama Back Testing e può aiutare a trovare strategie di trading vincenti. Sviluppare una strategia che usa una serie di regole obiettive per comprare e vendere ci offre il grande vantaggio esaminare i risultati di qualsiasi idea di trading.

Le decisioni di trading emotive non hanno senso. Se proviamo a riflettere, gli errori di negoziazione più comuni sono fatti seguendo le emozioni
I trading system sono basati sulla premessa che le emozioni sono il più grande ostacolo di un trading di successo.

Quando ci permettiamo di basare le nostre decisioni su idee testarde o sugli alti e bassi derivanti dalle notizie di agenzia, siamo costretti a seguire una strategia che varia soggettivamente di giorno in giorno. Peggio ancora è la frustrazione del tentare di predire le mosse del mercato, cosa impossibile!

La risposta a tutto ciò sta nel concentrarsi su una strategia per comprare e vendere, basandosi su ciò che si è verificato nel passato e fare di questo tesoro

È molto più conveniente operare in base ad un sistema che è stato testato, anziché negoziare in modo intuitivo.

Inoltre un approccio sistematico al trading permette di cogliere tutte le opportunità che i mercati ci offrono.

Il trading system non decide l'aspetto strategico dell'investimento: l’investitore rimane responsabile delle decisioni di medio periodo. Egli deve decidere su quali strumenti finanziari applicare il trading system e quanto capitale assegnare ai diversi segnali operativi provenienti dal trading system, ma ha il vantaggio di non dover decidere più in maniera personale cosa comperare e quando: questo è il compito del trading system.

I trading system dovrebbero essere utilizzati in due modi:
  • in primo luogo come supporto decisionale per l’investitore, il quale considera il sistema computerizzato un importante filtro e cioè un ulteriore indicatore di un processo di scelta più ampio,
  • in secondo luogo il sistema computerizzato può costituire l’impulso per l’immediata operatività su ogni segnale generato, nella convinzione che un sistema ben progettato dovrebbe consentire di ottenere profitti nel lungo termine.
La decisione di valutare ogni volta la qualità del segnale che proviene dal trading system, indipendentemente da criteri tecnici, può esporre al rischio di operare in base alle emozioni e perdere dunque il principali benefici del sistema automatizzato. Un approccio strategico è in grado di rafforzare i nostri punti deboli e può permetterci di valutare quale operatività si avvicina di più al nostro stile di trading ed alla nostra propensione al rischio. Tale approccio influenza la nostra personalità, con riferimento alla migliore strategia a noi più adatta. Che lo crediate o no, non è detto che se un trading system guadagna utilizzato da un certo operatore, debba per forza guadagnare per tutti coloro che lo utilizzano. Ognuno deve trovare un sistema adatto al suo modo di operare, ai suoi capitali, alla tenuta emotiva, alla sopportazione di un forte stress e tanti altri fattori. La migliore strategia per ognuno è quella che ci fa concretizzare i maggiori utili e che comunque sia a noi confacente. E' molto importante sapere ed essere coscienti di cosa significa seguire operativamente un trading system:

■Per valutare la bontà di un system, molto spesso non sono sufficienti uno o due mesi di utilizzo.


■Se si ha fiducia di un system bisogna seguirlo sempre.

■Di regola è bene associare un system ad almeno un'altro concettualmente diverso per ammortizzare le perdite durante i periodi di ritracciamento o di condizioni sfavorevoli.


Cosa molto importante per mettersi al sicuro (sopratutto a livello emotivo) è bene mettere in conto;

  1. una perdita doppia o almeno pari al massimo drawdown (indica la massima perdita conseguita dal system in riferimento alla sua equità. In pratica quanto può perdere il system in una serie di operazioni negative).
  2. il tempo di recupero dopo diverse perdite o il raggiungimento del drawdown (indica il numero di mesi necessari al system per ritornare al livello massimo dopo aver raggiunto un minimo, in Inglese tale periodo è chiamato Recovery).

martedì 7 dicembre 2010

Open Book di eToro, il trade vincente

Il Trader nullnick è stato il vincitore della settimana scorsa. Il trader ha fruito in pieno della debolezza dell'euro all'inizio della settimana e successivamente della sua forza verso la fine. Inizialmente, nullnick ha venduto EUR / USD a 1,3240 circa all'apertura del mercato ed ha chiuso il trade a 1,3090 per un guadagno di 150 pips ed un rendimento del 147%. È stato anche corto sull’Euro a 1,3130 chiudendo l’operazione al livello di resistenza a 1,2980 per un altro profitto di 150 pip. Verso la fine della settimana nullnick ha aperto 3 posizioni lunghe sull’EUR/ USD approfittando della debolezza del dollaro in diversi momenti per un guadagno totale di 140 pips. La cosa più impressionante è che questo trader in 7 successive operazioni è stato in grado di catturare una parte sostanziale della volatilità dell’Euro al termine della settimana con un ritorno sugli investimenti del 68,1% e raggiungendo il primo posto nell’arena di OpenBook.



OpenBook è un innovativa trovata di eToro che permette ai propri clienti di copiare e replicare le operazioni dei migliori forex trader sulla base di classifiche giornaliere, settimanali e mensili!

domenica 5 dicembre 2010

Per la candlestick analysis STM è long senza bisogno di conferme




Credo che STM sia lanciata verso la resistenza statica del 21 aprile scorso. Conferma arriva dal trend rialzista come dimostrato dall'incrocio della media mobile a 14gg su quella a 65gg e dalla lunga candela bianca che per la candlestick analysis significa long senza ulteriori conferme. L'unico inconveniente arriva dal quadro macroeconomico generale che potrebbe frenare l'avanzata del titolo e dallo scarso ritorno atteso sul covered warrant selezionato che rappresenta comunque il migliore oggi tra quelli emessi.

strategia, long call
isin: IT0004641244
target 8,11

Prova gratis i trading systems clikka qui e registrati!
conteggi sul cw:
 
Valore intrinseco a scadenza0,111
Ritorno atteso53,1%
Incremento del sottostante 8,71
stop loss (base daily)0,09
Scadenza07/03/11
Giorni92

sabato 4 dicembre 2010

Rischio tracollo per cinque nazioni europee




Le nazioni che andranno in crisi man mano che passa il tempo saranno nell’ordine (a meno che non si prendano decisioni economiche che fronteggino efficacemente la situazione): Portogallo, Spagna, Belgio, Austria, Francia.

Nella speranza che nessuna della nazioni a rischio tracolli, trascinando con sé i soldi di tutta la comunità, voglio lasciarti con una riflessione derivante dall’analisi delle politiche nazionali degli stati coinvolti in possibili crac futuri: “Non è che dopo il fallimento del comunismo stiamo adesso vivendo l’agonia del socialismo?”







domenica 28 novembre 2010

OPZIONI SUL FOREX, strategie per il trading online

Eccezionale sconto del 10% in esclusiva su m o n ey 4 t r @ d i n g  in collaborazione con la scuola di formazione ADDITIVA diretta da Luca Giusti, accedi dal banner in basso ed iscriviti i posti sono limitati!*



Un corso tutto dedicato all’operatività con le Opzioni sul Forex, il mercato OTC delle Valute Spot più liquido al mondo. Negli ultimi anni tanti Trader hanno iniziato a Operare sul Forex: un mercato aperto 24 ore su 24, dalla domenica notte al venerdì sera, liquidissimo, molto tecnico, e con una peculiarità... che il sottostante è un “cross”, ovvero un rapporto fra due valute. Aprire una posizione di acquisto sullo strumento Euro Dollaro (EUR/USD), significa trovarsi Long Euro e Short Dollaro: il Trader non si accorge di nulla, perché sta operando sulla base dell’Analisi Tecnica applicata ad un grafico… ma il grafico è il grafico di uno Spread, di un cross (o rapporto) valutario, ed è da questa metodologia che che siamo partiti per individuare un EDGE (un vantaggio) rispetto alla semplice operatività effettuata cercando condizioni tecniche sul Grafico.

Il corso per operare con le Opzioni sul Forex è suddiviso in 2 giornate: se nella seconda giornata l'attenzione è tutta sulle Strategie per Combinare il Contratto Spot con le Opzioni, sulla Gestione della Posizione e il Money Management, nella prima giornata invece la focalizzazione è sulla natura del Mercato delle Valute e sull'analisi di alcuni fattori da cui è possibile ricavare delle efficaci indicazioni sul futuro movimento di un certo Cross Valutario.

...ma quali sono questi elementi?

1.Tendenze legate alla Stagionalità

2.L'appetito per il Rischio e la tendenza a montare e smontare Carry Trade

3.L'analisi delle Correlazioni fra Cambi e l'individuazione dei Cross che potrebbero ritrovare un equilibrio momentaneamente perduto

4.L'Analisi Tecnica, che deve sempre fare da Filtro per il giusto Timing di Ingresso e Uscita

5.il comportamento delle Commodity Currencies

L'obiettivo di questo corso è mettere in condizioni il partecipante di approfittare delle preziose indicazioni che derivano da questi 5 fattori per fare Trading acquistando o vendendo il contratto Spot o comprando Opzioni Call o Put. Saranno, naturalmente, presentate le principali caratteristiche di questo strumento derivato (le Opzioni), ma è nella seconda giornata che approndiremo le potenzialità e la flessibilità di questo tipo di contratto, in particolare quando combinato con il Contratto Spot.

L’Operatività sul Forex è, da sempre, una operatività di tipo Direzionale: sulla base dell’Analisi Tecnica del Grafico, il trader compra o vende il cross, e guadagna se la sua previsione si è dimostrata corretta. Forse non tutti sanno però che è possibile anche negoziare Opzioni sul Forex: si tratta di Opzioni OTC sui principali cross valutari, che offrono al Trader sul Forex opportunità davvero molto interessanti:

Cosa significa Opzioni OTC? Che il trader può scegliere con precisione lo Strike, la Data di Scadenza, ed il Cross: nessun vincolo, quindi, di dover scegliere fra pochi strike disponibili o solo determinate scadenze prefissate.

Marginazione favorevole quando Vendi Opzioni e possibilità di effettuare Hedge con il sottostante molto precisi

Liquidità: niente più Bid-Ask Spread “lontani” su sottostanti poco liquidi, ma uno Spread piuttosto stabile (la cui incidenza, nell'operatività su grafici daily e, quindi, con nozionali più piccoli rispetto ad una operatività su un grafico a 5 min, è piuttosto bassa).

Le Opzioni sul Forex, quindi, non sono un sostituto del mercato Spot, che continua ad essere, per una operatività Intraday, lo strumento più adatto per fare Trading Direzionale. Ma su scadenze “più dilatate” (grafici >24 ore e orizzonte di settimane invece di minuti) possono rappresentare:

1.un sostituto della posizione sullo Spot per fare Trading Direzionale, ma più flessibile in quanto è possibile combinare acquisto e vendita di Opzioni per costruire, ad esempio, dei Vertical Spread o dei Backspread; la validità dei supporti e delle resistenze in questo mercato, rende, ad esempio, particolarmente interessanti posizioni di Credit Spread.

2.un complemento all’operatività sullo Spot, fatta tanto in un’ottica di settimane e mesi per incassare un interessante differenziale fra Tassi (Carry Trade), abbinando Opzioni e Spot per finalità di protezione (Protective Put e Collar) o speculative (Covered Call), quanto in un’ottica più speculativa di giorni in posizione per approfittare di swing favorevoli

3.un modo per guadagnare nelle fasi di Lateralità, strangolando il Cross e difendendo, all’occorrenza, la posizione operando sullo Spot

L’obiettivo del corso è mostrare come sia possibile combinare l’operatività con il contratto Spot e le Opzioni, per aumentare le probabilità di successo del Trader Direzionale sul Forex che ancora non abbia aggiunto le Opzioni alla sua operatività quotidiana.

*(N.B. per usufruire dello sconto è necessario effettuare l'iscrizione entro 7gg. dal clik sul banner, buona formazione)

martedì 9 novembre 2010

Long call su MEDIOBANCA

In seguito alla fusione per incorporazione in Unicredit delle banche di segmento italiane e di Unicredit Partecipazioni srl, dallo scorso 1* novembre Unicredit detiene una partecipazione dell'8,697% su Mediobanca, dal precedente 8,687% del 1* novembre 2008. Lo si legge nelle odierne comunicazioni societarie rese alla Consob, da cui si apprende anche che l'8,688% di tale partecipazione e' detenuto in proprieta', mentre il restante 0,009% e' in pegno





long call
http://www.borsaitaliana.it/borsa/cw-e-certificates/scheda.html?isin=NL0009420793&lang=it
target 8,30

conteggi,
Valore intrinseco a scadenza 0,080

Ritorno atteso 220,0%
Incremento del sottostante 8,78
stop loss (base daily) 0,23
Scadenza 17/12/10
Giorni 38

venerdì 29 ottobre 2010

SPREAD TRADING per acquisire un vantaggio rispetto al trader direzionale

Eccezionale sconto del 10% in esclusiva su m o n ey 4 t r @ d i n g  in collaborazione con la scuola di formazione ADDITIVA diretta da Luca Giusti, accedi dal banner in basso ed iscriviti i posti sono limitati!*



Lo Spread Trading, o Pair Trading, si basa sulla ricerca e costruzione di Spread, ovvero di posizioni di acquisto e vendita simultanee di diversi titoli azionari, indici o futures, e Forex, sulla base di diverse considerazioni: la tendenza di una azione (o indice, o futures, o cross valutario) a sovraperformare in certe condizioni un'altra, la stagionalità di un mercato, fino a considerazioni di carattere più squisitamente statitisco che garantiscono allo Spread Trader un vantaggio iniziale rispetto al tradizionale Trader Direzionale.

Si distingue abitualmente fra Divergence Spread Trading e Convergence Spread Trading, ma in realtà la distinzine andrebbe fatta fra queste tre metodologie:

1.Statistical Arbitrage (solo Convergence)

2.Stagionalità (solo Divergence)

3.Discrezionale - Relative Value Arbitrage (sia Convergence che Divergence): basato sull'analisi della Forza Relativa, dell'Analisi Tecnica o Fondamentale.

In questo corso l'attenzione è tutta rivolta, su come sfruttare le Tendenze Stagionali che caratterizzano i mercati, ed in particolare i mercati delle Commodities.

Commodities Agricole, Carni, energetiche, Coloniali e Metalli esibiscono in certi momenti dell'anno delle tendenze stagionali molto affidabili, perchè hanno alla base motivazioni di natura fondamentale legate ai raccolti o alle semine, alla necessità di ricostituzione delle scorte o alla domanda di un certo prodotto maggiormente concentrata in un certi periodo dell'anno.

Non è una sorpresa che durante il periodo estivo si consumi più benzina, o che durante inverni molto rigidi aumenti il consumo di Gas Naturale e Heating Oil... Il mercato dei Futures nasce per finalità di copertura, per permettere a produttori e utilizzatori di una certa materia prima di effettuare coperture (assicurarsi) contro rischi derivanti da fluttuazioni avverse del prezzo della materia prima sottostante. In questo corso sarà mostrato come operare con questi contratti futures (e con i CFDs, che permettono una esposizione frazionale e più gestibile) sfruttando proprio queste tendenze stagionali nel prezzo della materia prima.

Nel corso sarà mostrato DOVE reperire e COME sfruttare queste Tendenze Stagionali comprando direttamente il contratto future o il CFDs legato ad una certa materia prima, ma in particolare, l'attenzione sarà rivolta all'operatività in Spread, ovvero all'acquisto e vendita simultanea di due contratti future sulla stessa materia prima ma con scadenze diverse (INTRA Market) oppure all'acquisto e vendita di contratti futures o di CFDs su diverse materie prime (ma con la stessa scadenza - INTER Market Spread Trading)

Quando applicato su grafici daily, lo Spread Trading è una metodologia che tiene il trader in posizione da pochi giorni fino anche a un paio di mesi: gestibile, quindi, per quanti non riescano a mantenere una attenzione costante sui mercati per l’intera giornata o a chi cerchi uno stile di Trading più rilassato.

Per approfondire:
SPREAD TRADING COMMODITY
ebook di 207pagg. di Giuseppe Pregadio

*(N.B. per usufruire dello sconto è necessario effettuare l'iscrizione entro 7gg. dal clik sul banner in alto, buona formazione)

sabato 23 ottobre 2010

Guadagnare con i Covered Warrant

Negli ultimi anni, nessuno strumento di investimento ha suscitato maggior interesse. Infatti si possono realizzare profitti elevati con un piccolo importo iniziale – il cosiddetto effetto leva – e le perdite sono sempre limitate a quanto si è deciso di investire inizialmente, a differenza dei futures o di altri strumenti
derivati a perdita massima illimitata. Una cosa è, però, certa: i Covered Warrant come strumento d’investimento richiedono un’esatta conoscenza del loro funzionamento e dei rischi che possono comportare. Troppo spesso l’insufficiente esperienza su questi prodotti è stata causa di perdite. Con i
Covered Warrant, solo un investitore che conosce i fattori di influenza e soprattutto quali effetti determinano sul titolo può avere, nel lungo termine, aspettative di rendimento.

La strategia sicuramente più conosciuta sui mercati dei Covered Warrant è l’acquisto di Covered Warrant Call, detto in gergo tecnico “Long Call”. L’investitore punta qui su un aumento del prezzo del sottostante entro la scadenza del Covered Warrant. Questa strategia è vincente solo se viene raggiunto il Break-even-point: il prezzo deve salire ad un livello più alto della somma del prezzo d’esercizio più il prezzo del Covered Warrant aggiustato per il moltiplicatore al momento dell’acquisto (cioè in questo caso diviso per il moltiplicatore). I costi di transazione non vengono considerati.

Una delle più popolari strategie è la “straddle”, ossia l’acquisto contestuale di un covered warrant call e di un covered warrant put con lo stesso prezzo di esercizio e la stessa data di scadenza. Vediamo il profilo corrispondente nel grafico che segue:


per approfondire:

Fare soldi in borsa con i cicli di borsa

La borsa ti attira ma non sai come iniziare?

Questo è un settore in cui bisogna sapere bene cosa fare per guadagnare davvero. Come? Interpretando i cicli di borsa, fondamentali per comprendere in che direzione si sta muovendo il mercato.

Questo ebook ti insegna tutto quello che c'è da sapere per fare soldi in borsa, da come gestire le emozioni a come leggere i grafici, fino a come creare il tuo trading system...

Per investire bene affrettati ad acquistare e leggere l'ebook di Patrizio Messina:

Come Investire in Modo Sicuro Sfruttando l'Analisi Ciclica
Ebook 201 pagine, di Patrizio Messina
 
Si tratta di un ebook completo e pratico: 201 pagine con le migliori strategie in assoluto.

martedì 19 ottobre 2010

Resistenza dinamica, il suo mancato superamento si potrebbe tradurre in un gran bel long put

Il mancato breakout della resistenza dinamica rappresentata dalla linea che unisce i massimi decrescenti da febbraio, potrebbe condurre le quotazioni di Tenaris sul primo supporto di EUR14,50, con successivi sostegno che indichiamo a EUR14 e quindi sui minimi di agosto a EUR13





long put,
http://www.borsaitaliana.it/borsa/cw-e-certificates/scheda.html?isin=IT0004617178&lang=it
target 13,50

Ti piacerebbe contribuire allo sviluppo di questo blog, clikka qui

conteggi,
Valore intrinseco a scadenza 0,050
Ritorno atteso 122,2%
Incremento del sottostante -12,34
stop loss (base daily) -0,27
Scadenza 03/12/10
Giorni 45

lunedì 11 ottobre 2010

IS.InteractiveChart

Il triplo minimo disegnato tra maggio e luglio in zona EUR3,40 ha risollevato Enel portandola, allinterno di
un canale ascendente, a ridosso della soglia dei EUR4,0, salvo poi ripiegare in corrispondenza delle
MM a 14 e a 45 gg, in area EUR3,90. In caso di ripresa del trend in corso, il deciso breakout del
prossimo obiettivo situato a EUR4,40 potrebbe creare i presupposti per la prosecuzione del movimento
positivo originatosi dai minimi di metà marzo 2009 di EUR2,8428. Prossimi obiettivi a EUR4,95 e a
EUR5,37, sui massimi del settembre 2008.

long call
http://www.borsaitaliana.it/borsa/cw-e-certificates/scheda.html?isin=IT0004612450&lang=it
target 4,20

CONTEGGI,
Valore intrinseco a scadenza 0,020
Ritorno atteso 166,7%
Incremento del sottostante 7,14
stop loss (base daily) 0,13
Scadenza 06/12/10
Giorni 56

mercoledì 29 settembre 2010

U reversal sul cambio EURUSD

Nelle ultime settimane è proseguita la fase di recupero della moneta unica nei confronti del dollaro, con il cambio che si è spinto in data odierna ai massimi da oltre 5 mesi sopra la soglia di 1,36. A sostegno dell’attuale movimento è da notare la formazione di una figura di U reversal che, se confermata, potrebbe condurre le quotazioni fino in corrispondenza dell’obiettivo della figura individuabile intorno a 1,3830. Target seguenti a 4,40, 1,4215 e in zona 1,46.



long call
target, 1,46

conteggi,
Valore intrinseco a scadenza 0,440

Ritorno atteso 289,7%
Incremento del sottostante 7,16
stop loss (base daily) 0,11
Scadenza 03/12/10
Giorni 65

martedì 28 settembre 2010

Possibile uscita dal canale rialzista per ATLANTIA

l’uscita dal canale rialzista di breve/medio periodo (parte inferiore in area EUR14,50) potrebbe modificare l’impostazione grafica del titolo, con successivi sostegni situati a EUR14,10 a EUR13 a EUR12,60, sui minimi di giugno 2009 e quindi sui bottom di marzo 2009 a EUR8,70




long call
target 8,70

conteggi,
Valore intrinseco a scadenza 0,530

Ritorno atteso 492,2%
Incremento del sottostante -42,91
stop loss (base daily) -0,27
Scadenza 04/03/11
Giorni 158

Calendar Spread, come si costruisce e come gestirlo

Eccezionale sconto del 10% in esclusiva su m o n ey 4 t r @ d i n g  in collaborazione con la scuola di formazione ADDITIVA diretta da Luca Giusti, accedi dal banner in basso ed iscriviti i posti sono limitati!



SCHEDA
La novità del 2009 che nasce dall’esperienza maturata nella gestione dei Trading Group, e che ha portato a codificare una Metodologia molto precisa e dettagliata (tanto nei setup di ingresso che nella gestione della posizione) per operare con le principali strategie di Trading Non Direzionale:


1.Vendere Naked Put

2.Calendar Spread

3.Iron Condor

4.Diagonal Spread

Gli Americani parlano di “EDGE” per indicare un vantaggio oggettivo, qualcosa che se portato dalla tua parte fa girare subito le probabilità di successo a tuo favore. Il nostro modo di operare da sempre ha alla base la ricerca di un EDGE: per i Calendar Spread costruiti secondo i nostri setup, ad esempio, gli EDGE sono rappresentati dalla Theta positività della posizione (guadagni al passaggio del tempo) e dallo Skew di Volatilità a nostro favore che sarà riassorbito prima della scadenza (il differenziale di Volatilità Implicita fra ciò che compriamo e ciò che vendiamo, e che ci porta a comprare qualcosa di sottoprezzato e vendere qualcosa di sovraprezzato).

 
Conoscere come si costruisce un Calendar Spread o da quail contratti è composto un Iron Condor non è di grande utilità… qualsiasi libro può spiegarvelo (senza citare i diversi contributi presenti sul sito www.Additiva.it). Ciò che fa la differenza è avere qualcuno che possa guidarti ad aprire oppure no una posizione attraverso una serie di regole precise: un “setup” che permetta di ricercare una opportunità di trading che possieda TUTTE le caratteristiche codificate attraverso l’esperienza derivante da una operatività quotidiana maturata in diversi anni di Trading.

In questo corso NON imparerai SOLO cos’è un Calendar Spread, un Iron Condor, o un Diagonal Spread: in questo corso saprai tutto di queste strategie, dalla loro costruzione al loro utilizzo… imparerai, quindi, COME cercarle, COSA cercare, QUANDO utilizzarle, COME giudicarla per DECIDERE se metterla in macchina, e come GESTIRLE una volta che si è entrati in posizione, il tutto attraverso rigidi setup che ti guideranno nell’operatività quotidiana senza troppo spazio per il pressapochismo e la superficialità.

lunedì 27 settembre 2010

Come guadagnare online con le opzioni

La Borsa ha sedotto anche voi? E' un mondo affascinante, che attira per le alte possibilità di guadagno ma che può riservare brutte sorprese se preso sotto gamba...
Questo ebook ti offre consigli illuminanti sulla Borsa, cominciando dal linguaggio tecnico, rendendoti pronto ad affrontare qualsiasi tipo di operazione.
Conoscerai da vicino azioni, opzioni, strategie e parametri per valutare se l'operazione che stai per compiere ti darà veramente profitti e potrai dedicarti ai tuoi investimenti senza più timori.
Affrettati ad acquistare e leggere l'ebook di Giovanni Romano:

Il Professionista delle OpzioniTecniche per Diventare un Trader Professionista
Ebook 221 Pagine lo

+ Report, di Giovanni Romano

domenica 26 settembre 2010

Possibile violazione della trendline decrescente per UNIPOL

la decisa violazione delle trendline che uniscono i massimi decrescenti da gennaio e giugno e che  attualmente passano in area EUR,55, potrebbe dare un impulso rialzista al titolo con successivi target
di prezzo che fissiamo a EUR0,56, EUR0,60 EUR0,65 ed EUR0,72.



long call
uc c 0,50 03dic
target 0,65


conteggi,
Valore intrinseco a scadenza 0,015

Ritorno atteso 150,0%
Incremento del sottostante 20,37
stop loss (base daily) 0,30
Scadenza 03/12/10
Giorni 68

3 wakeup call, strategia di trading a capitali ridotti

Nell’ebook Trading a Capitali Ridotti  vengono spiegate due strategie che, se combinate con titoli poco liquidi, possono produrre risultati al dir poco sorprendenti nel giro di poco tempo. Si tratta delle compressioni della volatilità e del 3 Wakeup Call. L’idea di fondo è ricercare un insolito aumento dei volumi all’interno di un trading range predefinito che si manifesta a seguito della comparsa di una candela molto grande che apre in prossimità dei minimi e chiude vicino ai massimi. A quel punto si può inserire un ordine d’acquisto al breakout del massimo della congestione oppure del massimo del 3 Wakeup Call (prerogativa dei trader più aggressivi).

Contestualmente non bisogna assolutamente dimenticare di inserire lo stop loss protettivo sotto il minimo del 3 Wakeup Call. L’eventuale mancato inserimento di quest’ordine di liquidazione (nel caso in cui le cose non dovessero andare per il verso giusto) potrebbe provocare perdite non previste inizialmente!

Volendo fare un esempio, andiamo ad analizzare il grafico di Olidata (small cap quotata alla Borsa di Milano:


I prezzi sono rimasti ingabbiati all’interno di un box (trading range) per due mesi. All’inizio di agosto 2010 si forma un 3 Wakeup Call con volumi eccezionali (ben undici volte la media dei volumi giornalieri). I prezzi si avvicinano così al breakout della soglia psicologica di 0,40€. A seguito della rottura rialzista di questo livello, i prezzi effettuano un movimento del 150% circa nel giro di un mese.

Le condizioni che devono essere contemporaneamente soddisfatte per avere un perfetto 3 wakeup call  sono tre
  • ultima barra daily con chiusura maggiore ai massimi delle due barre precedenti;
  • ultima barra daily con i volumi maggiori delle ultime tre barre;
  • ultima barra daily con il range (distanza tra minimo e massimo) maggiore o uguale alle due precedenti barre daily.
Di solito si utilizza questa tecnica quando un titolo (meglio se illiquido, visto che tra i setup è presente anche la componente volumi) si trova in deciso trend ribassista e poi forma una congestione sui minimi.
L'entrata è prevista dopo il primo ritracciamento utile, un tick sopra il massimo della barra precedente oppure a seguito di un Oops! rialzista. Per capire meglio questa tecnica vediamo un altro trade relativo a Sorin:




il 16 gennaio i prezzi formano un 3 Wakeup Call;
il 23 gennaio entro a 1.798€ vedendo un Oops! rialzista in formazione; inserisco lo stop loss < 1.761€;
il 26 gennaio viene raggiunto il primo target (1.5 volte il rischio) a 1.855€; alzo lo stop < 1.835€, minimo della barra odierna;
il 31 gennaio viene realizzato un nuovo massimo a 20 giorni a 1.928€; alzo ancora lo stop < 1.875€, minimo della barra odierna;
il 1 febbraio si forma una barra inside: alzo lo stop < 1.886€, minimo di oggi;
il 2 febbraio esco definitivamente a 1.885€.

giovedì 23 settembre 2010

Scenario macroeconomico, molte incertezze

Chiusura in calo per i listini europei appesantiti da ribassi diffusi su tutti i settori a causa delle continue incertezze sullo scenario macroeconomico mondiale. A pesare sulle piazze finanziarie europee anche i ribassi di Wall Street su cui ha pesato il dato relativo ai prezzi delle case negli Usa a luglio, che si e' rivelato leggermente peggiore delle attese.

A Milano il Ftse Mib ha segnato un -1,81% a 20365 punti e il Ftse Italia All Share un -1,69% a 20942 punti, a Londra il Ftse 100 un -0,44%, a Parigi il Cac-40 un -1,3% e a Francoforte il Dax un -1,2%.






long put,
uc p 21.000 15ott
target 19.000

Eccezionale sconto del 10% su tutti i corsi in partenza ad ottobre, clikka qui!

conteggi,
Valore intrinseco a scadenza 0,200

Ritorno atteso 113,9%
Incremento del sottostante -6,70
stop loss (base daily) -0,29
Scadenza 15/10/10
Giorni 23

sabato 18 settembre 2010

Macd dopo aver incrociato al rialzo la propria Signal Line si sta dirigendo verso la linea dello zero

Mediolanum si trova in una situazione particolarmente interessante poichè è alle prese con il livello di
EUR3,15 ed inoltre vediamo la MM a 14 gg che sta testando un possibile incrocio rialzista con quella a 21 gg; in caso di ulteriore rialzo, i prossimi target sono a EUR3,475, EUR3,545, EUR3,685.

I principali indicatori sembrano confermare una possibile continuazione dell’attuale fase rialzista, con
l’Rsi salito in ipercomprato, con il Momentum che resta sopra la linea dello zero e con il Macd che dopo aver incrociato al rialzo la propria Signal Line si sta dirigendo verso la linea dello zero.
I volumi restano sottili anche se nelle ultime sedute si segnalano alcuni picchi oltre la media.



long call
uc c 3,30 03dic
target 3,46

conteggi,
Valore intrinseco a scadenza 0,038

Ritorno atteso 192,3%
Incremento del sottostante 20,26
stop loss (base daily) 0,27
Scadenza 03/12/10
Giorni 76



domenica 12 settembre 2010

Day Trading con capitali ridotti

Non serve un grosso capitale per guadagnare in borsa! Bastano le giuste strategie per moltiplicare i tuoi investimenti e diventare un mini day trader di successo.


Questo ebook farà fruttare i tuoi risparmi in soli 7 giorni! 
 
LEGGI IL PROGRAMMA DELL'EBOOK:


=================================

Giorno 1: COME RIUSCIRE A CREARE UN'ATTIVITA' CON CAPITALI RIDOTTI

Giorno 2: COME DIVENTARE UN MINI DAY-TRADER DI SUCCESSO

Giorno 3: SCOPRIRE COME COSTRUIRE UN METODO VINCENTE DI INVESTIMENTO

Giorno 4: CONOSCERE L'ARSENALE OPERATIVO DI UN MINI DAY-TRADER

Giorno 5: COME FARE PER RIUSCIRE A GESTIRE IN MANIERA INTELLIGENTE I RISCHI

Giorno 6: COME INDIVIDUARE LE MIGLIORI OPPORTUNITA' DI GUADAGNO

Giorno 7: QUALI SONO LE OPERATIVITA' DI UN MINI DAY-TRADER

Trading a Capitali Ridotti

Investire in Borsa e Diventare un Mini Day-Trader con 10.000 euro
Ebook 199 Pagine, di Nicola D'Antuono
In bocca al lupo!

sabato 11 settembre 2010

Breakout trading, ottima occasione per Campari

Si mantengono in marginale calo i listini europei appesantiti soprattutto dai bancari (-1,68% la performance dell'Eurostoxx di riferimento) dopo le indiscrezioni su un possibile aumento di capitale da parte di Deutsche Bank.

A piazza Affari il Ftse Mib perde lo 0,39% a 20775 punti.

Ftse Mib: Fiat e Campari i migliori





long call
bpa c 4,50 16dic
target 4,80

conteggi
Valore intrinseco a scadenza 0,030
Ritorno atteso 114,3%
Incremento del sottostante 11,11
stop loss (base daily) 0,12
Scadenza 16/12/10
Giorni 96

sabato 4 settembre 2010

Bene le banche con INTESA SANPAOLO a +2,90%

Chiusura all'insegna degli acquisti per le piazze europee. Dopo una prima parte della giornata caratterizzata dalla prudenza, nel pomeriggio i dati Usa sul mercato del lavoro migliori delle attese hanno sostenuto i guadagni sul Vecchio Continente. In particolare, ad agosto negli Usa sono stati persi 54.000 posti di lavoro nei settori non agricoli, a fronte del calo di 106.000 unita' previsto dal consenso. Il tasso di disoccupazione e' stato pari al 9,6%.

E' proseguito il mini-rally di Fiat (+0,86% a 9,985 euro). Bene anche le banche con Intesa Sanpaolo (+2,9%), Unicredit (+1,45%), B.Popolare (+1,52%).




long call
bnp c 2,20 17dic
target 2,70

Imperdibile " Enciclopedia degli immobili " in offerta con oltre l'80% di sconto!

conteggi,
Valore intrinseco a scadenza 0,050

Ritorno atteso 116,5%
Incremento del sottostante 12,97
stop loss (base daily) 1,00
Scadenza 17/09/10
Giorni 13

martedì 31 agosto 2010

B.P.Milano (+2,08%), recupera dopo i recenti cali

Seduta a due velocita' per gli indici europei, che dopo una partenza in forte calo hanno progressivamente ridotto le perdite fino ad annullarle in scia al dato Usa sull'indice di fiducia dei consumatori ad agosto, salito a 53,5, sopra le attese.

Secondo un gestore milanese "i dati macro degli ultimi giorni mediamente sono andati un po' meglio rispetto a quelli pubblicati nei giorni precedenti e questo sta dando un certo supporto alle Borse. E' vero che l'intonazione di fondo resta debole, ma comunque il mercato mostra una certa tenuta. Le ultime pubblicazioni macro non sono certo buone, ma comunque decorose".

Bene Mediaset (+1,09%), sostenuta dall'upgrade a buy da parte di Ubs, e B.P.Milano (+2,08%), che recupera dopo i recenti cali. Contrastate le banche, su cui oggi Goldman Sachs ha rivisto nuovamente i target price. Unicredit, che resta la preferita di questi analisti, ha segnato un +0,05%, mentre Intesa Sanpaolo, su cui GS ha limato il prezzo obiettivo da 2,95 a 2,9 euro, ha ceduto lo 0,78% a 2,215 euro






long call
bpa c 3,50 17sett
target 3,90

conteggi,
Valore intrinseco a scadenza 0,040
Ritorno atteso 321,1%
Incremento del sottostante 13,70
stop loss (base daily) 0,81
Scadenza 17/09/10
Giorni 17

giovedì 19 agosto 2010

I Cluster, ottima tecnica di trading

Il segnale di entrata presentato in questo esempio si basa sulla tecnica del “Cluster”, spiegata nel libro Forex Trading. Per Cluster si intende un insieme di barre tra loro molto vicine su un determinato livello di
prezzo. Si tratta quindi di una fase di movimento laterale dei prezzi, cioè di una congestione, che può avere durata minima di 8-10 barre. I Cluster migliori sono stretti come distanza tra massimo e minimo delle barre, e sono caratterizzati da una forma regolare, con massimi delle diverse barre molto vicini tra loro come livello di prezzo, e minimi delle diverse barre molto vicini tra loro come livello di prezzo.
Le formazioni grafiche Cluster sono particolarmente significative nei mercati delle valute, perché spesso le valute si muovono attraverso salti tra cluster, cioè passando con un movimento veloce da un livello di prezzo a un altro. Il segnale di entrata, con questa specifica tecnica, è costituito dalla rottura del minimo del Cluster per una possibile entrata al ribasso, oppure dalla rottura del massimo del Cluster per una possibile entrata al rialzo.




Questa speciale tecnica è alla base di un rivoluzionario software creato da Stefano Manzotti, di cui consiglio vivamente l'utilizzo per un trading sempre più meccanico e rilassato, buon trading!

N.B. Il software perfetto si integra perfettamente con la piattaforma di eToro che considero il broker più semplice e allo stesso tempo meglio performante tra quelli esistenti oggi, saluti.

lunedì 19 luglio 2010

CAMPARI, ha disegnato un pattern di prezzo noto come BW-R

Il titolo ha disegnato un pattern di prezzo noto come BW-R: segnale di inversione rialzista che segnala il progressivo esaurimento della spinta ribassista che potrebbe essere rappresentata da una perdita di momentum. Deve apparire sui minimi o dopo ribassi molto forti. [La simulazione acquista domani in apertura o al superamento del massimo di oggi con stop sotto il minimo del pattern]

long call
bnp c 4 17sett



conteggi,
Valore intrinseco a scadenza 0,080
Ritorno atteso 90,5%
Incremento del sottostante 12,41
stop loss (base daily) 0,21
Scadenza 17/09/10
Giorni 60

domenica 18 luglio 2010

Figura a V rialzista per FIAT

Il trend positivo delle ultime settimane ha consentito a Fiat di riposizionarsi intorno ai EUR9,5
disegnando una tipica figura a V rialzista che in caso di conferma potrebbe spingere le quotazioni fino
in corrispondenza dei massimi di aprile a EUR10,85. Obiettivi intermedi a EUR9,80 e a EUR10,05.




long call
bimi c 9,50 06sett
target 10,85

conteggi,
Valore intrinseco a scadenza 0,135
Ritorno atteso 136,8%
Incremento del sottostante 17,23
stop loss (base daily) 0,34
Scadenza 06/09/10
Giorni 51

giovedì 15 luglio 2010

Outside bar per ENEL

Per enel la barra dei prezzi della giornata odierna ha ricoperto completamente la barra dei prezzi della giornata precedente. Rispetto alla seduta di ieri il titolo ha assunto una maggiore volatilità invertendo la tendenza iniziale (engulfing bearish) a mio avviso può essere interpretato come un segnale di inversione ai posteri l'ardua sentenza :-)




long put
bnp p 3,90 17dic

conteggi,
Valore intrinseco a scadenza 0,050
Ritorno atteso 100,0%
Incremento del sottostante -7,61
stop loss (base daily) -0,12
Scadenza 17/09/10
Giorni 64

Le quotazioni di Azimut sembrano aver trovato un valido supporto poco sotto EUR6,40


una nuova flessione e soprattutto il breakout di area EUR6,40 aprirebbe le porte a possibili allunghi ribassisti con primi sostegni che fissiamo a EUR5,75 e a EUR4,60

long put
uc p 6 03dic

Valore intrinseco a scadenza 0,130
Ritorno atteso 103,1%
Incremento del sottostante -30,98
stop loss (base daily) -0,22
Scadenza 03/12/10
Giorni 142

In caso di risalita dai minimi del 2010 e di superamento delle MM a breve periodo, il primo target è rappresentato dai top di giugno a EUR7,62, mentre le successive resistenze le indichiamo a EUR8,04, quindi in area EUR8,80, con successiva possibilità di testare i massimi di marzo e aprile in area EUR9,80.

long call
uc c 7 03dic

Valore intrinseco a scadenza 0,180
Ritorno atteso 84,6%
Incremento del sottostante 29,22
stop loss (base daily) 0,21
Scadenza 03/12/10
Giorni 142

lunedì 12 luglio 2010

Il rimbalzo sulla media mobile a 65 gg ha ricondotto EXXOR sui top 2010

Il rimbalzo sulla media mobile a 65 gg ha ricondotto la controllante di Fiat sui top 2010; a questo punto, una decisa violazione al rialzo potrebbe consentire al titolo uno strappo verso la parte superiore del canale ascendente di breve periodo (ora in area EUR15,40), sui massimi assoluti di EUR15,80 e quindi sulla soglia psicologica di EUR16.



long call
bnp c 15 17sett

ti piacerebbe passare ad un livello di trading superiore? Clikka e scopri lo sconto a te riservato.

conteggi,

Valore intrinseco a scadenza 0,100
Ritorno atteso 132,6%
Incremento del sottostante 10,12
stop loss (base daily) 0,15
Scadenza 17/09/10
Giorni 68

martedì 29 giugno 2010

PARMALAT, buy da parte di Mediobanca

Mediobanca ha incrementato il prezzo obiettivo sul gruppo di Collecchio, portandolo a 2,4 euro, dai precedenti 2,31 euro, in seguito al miglioramento delle stime sull’utile per azione per l’esercizio in corso. Gli esperti hanno confermato il rating “Outperform” (farà meglio del mercato).

long call
uc c 1,95 03dic

conteggi,

Valore intrinseco a scadenza 0,045
Ritorno atteso 181,3%
Incremento del sottostante 25,00
stop loss (base daily) 0,16
Scadenza 03/12/10
Giorni 157












domenica 20 giugno 2010

Nelle ultime sedute il titolo Terna ha chiuso una tipica figura di triangolo simmetrico

Nelle ultime sedute il titolo Terna ha chiuso una tipica figura di triangolo simmetrico (figura di continuazione del trend), avallata anche da volumi in aumento, che potrebbe condurre le quotazioni prima verso i top 2010 a EUR3,24 e quindi a EUR3,40.



long call,
uc 3,00 03sett
target 3,40

CONTEGGI,
Valore intrinseco a scadenza 0,040
Ritorno atteso 105,1%
Incremento del sottostante 10,75
stop loss (base daily) 0,14
Scadenza 03/09/10
Giorni 77

giovedì 17 giugno 2010

Poco mossi i bancari che non offrono spunti particolari, BPM

"I dati macroeconomici Usa pubblicati alle 16h00 sono stati decisamente brutti e il mercato li ha scontati", ha spiegato un gestore milanese. L'indice Fed Filadelfia a giugno e' sceso a 8 punti (21 il consenso), mentre il superindice a maggio e' salito dello 0,4%.

Poco mossi i bancari che non offrono spunti particolari. In discesa B.P.Milano (-1,24%), B.Mps (-0,57%) B.Popolare (-0,59%), Ubi B. (-0,54%) e Intesa Sanpaolo (-0,11%). Si attestano in territorio positivo invece, Mediobanca (+0,47%) e Unicredit (+0,8%).

long put
uc 4,25 03set
target 3,00




conteggi,

Valore intrinseco a scadenza 0,125
Ritorno atteso 74,8%
Incremento del sottostante -15,97
stop loss (base daily) -0,20
Scadenza 03/09/10
Giorni 78

martedì 8 giugno 2010

GAP DOWN, per telecom italia

La barra dei prezzi della giornata odierna è completamente al di sotto della barra dei prezzi della giornata precedente. Il gap down segnala spesso l'inizio (o la continuazione) di un ripido downtrend



pertanto:

long put
uc p 0,90 03set
target 0,76

conteggi,

Valore intrinseco a scadenza 0,014

Ritorno atteso 100,0%
Incremento del sottostante -16,30
stop loss (base daily) -0,19
Scadenza 03/09/10
Giorni 88

domenica 6 giugno 2010

Come preventivato il cross EURUSD ha toccato 1,20 ma non senza sorprese!

Questo proprio non me lo sò spiegare.

Il giorno 17 di maggio apro una posizione short sul cw da me a suo tempo segnalato come il più adatto per il trading. Il cw in questione è il put di "societe generale" strike 1,25 scadenza 18 giugno.

Il giorno successivo all'acquisto, il cross va nella direzione sperata registrando un grosso ribasso; a quel punto convinto che anche il cw abbia fatto lo stesso, controllo la posizione per prendere atto dell'eventuale gain ma con sorpresa noto che al contrario l'emittente batte 0,2250 col cw in carico da 0,2540.



A questo punto mi preparo a liquidare la posizione il giorno seguente ma con nuovo stupore noto che mentre il cross strappa al rialzo il cw nonostante sia un put mi ritorna al prezzo di acquisto pertanto, non essendo più sicuro di quello che ho acquistato decido di liquidare la posizione in pareggio.

Ora mi chiedo senza trovare una risposta, cosa può essere successo? Tra l'altro come preventivato il cross ha toccato 1,20 e il cw giustamente si è apprezzato registrando un prezzo di 0,0400 come si può vedere dal grafico interattivo di borsa italiana.



giovedì 3 giugno 2010

Importante segnale di forza per Bulgari

Importante segnale di forza per Bulgari, che ha forzato la fascia compresa tra 6,20 e 6,30 euro, lasciandosi alle spalle la debolezza dei giorni scorsi: l'unico elemento di disturbo è rappresentato dall'ampio gap aperto in avvio, che richiederà un'adeguata fase di consolidamento e potrebbe quindi imporre una veloce correzione di breve. In questo senso potrà essere decisivo l'eventuale pull-back verso 6,20 euro, con il titolo che dovrà dimostrare di poter gestire la discesa senza ulteriori ripercussioni. Al ribasso, sarà comunque solo il cedimento di 5,95-5,90 a fornire un nuovo segnale di debolezza.

fonte: milano finanza




long call
bnp 6 18/06
target 7,20

Valore intrinseco a scadenza 0,080
Ritorno atteso 119,7%
Incremento del sottostante 14,83
stop loss (base daily) 0,99
Scadenza 18/06/10
Giorni 15

è abbastanza chiaro che si tratta di una scommessa difficilissima ma non impossibile basta guardare lo stop loss in altri termini l'OTI (on target index) ossia l'indicatore che misura di quanto il titolo dovrebbe variare su base daily pwer centrare l'obiettivo! :-)

mercoledì 26 maggio 2010

POP MILANO, gap up ribassista e volumi in aumento pertanto giù fino a 2,70

Gap up ribassista e volumi in aumento pertanto giù fino a 2,70 stop loss grafico molto stretto a chiusura del gup e mantenimeto del trade in base allo stop in percentuale pari a -0,15% su base daily



long put
uc p 4,25 03set
target 2,70

Valore intrinseco a scadenza 0,155
Ritorno atteso 61,5%
Incremento del sottostante -15,63
stop loss (base daily) -0,15
Scadenza 03/09/10
Giorni 101

lunedì 24 maggio 2010

FTSEMIB, abbiamo due minimi ed una chiusura, tutti sul livello zero della scala Fibonacci a 19500 pts

Abbiamo due minimi ed una chiusura, tutti sul livello zero della scala Fibonacci a 19500 C/A. Chi ha fegato, e solo loro, acquisti qualcosina con stop rigidissimo con chiusure sotto i minimi assoluti. Il rischio/rendimento è a favore, per andare a prendere l’incrocio dei prezzi con al linea ondulata n. 3 che come ormai ben sappiamo, li attirerà.


long call
sg c 23.000 20/08
target, 23.000

Valore intrinseco a scadenza 0,300
Ritorno atteso 163,2%
Incremento del sottostante 17,73
stop loss (base daily) 0,20
Scadenza 20/08/10
Giorni 89

sabato 22 maggio 2010

ENI, debolezza sotto 15.00eur con possibilità di discese verso area 14.30/50

Debolezza sotto 15.00eur con possibilità di discese verso area 14.30/50 e quindi il supporto posto a 13.20/50. Nuovi spunti rialzisti sopra 16.60 con obbiettivo immediato area 17.10/30 e successivamente la resistenza posta a 17.80/90.




long call
bi c 17 06/09
target 17,80

Valore intrinseco a scadenza 0,080
Ritorno atteso 131,9%
Incremento del sottostante 18,27
stop loss (base daily) 0,18
Scadenza 03/09/10
Giorni 104

lunedì 17 maggio 2010

Generali potrebbe spingersi a 12,50/12,30 in prima battuta e verso i minimi del 09 marzo 2009 situati a 9,70 successivamente.


Valore intrinseco a scadenza 0,202
Ritorno atteso 59,0%
Incremento del sottostante -15,25
stop loss (base daily) -0,14
Scadenza 03/09/10
Giorni 110

long put
uc p 15 03set
target 12,50
Durante le recenti discese delle piazze internazionali, il titolo si piange fin verso le 13,70. Il livello frana a spinta ribassista permettendo un deciso rimbalzo verso le 15,97.
I corsi potrebbero ora oscillare tra la prima significativa area di resistenza individuabile a ridosso delle 16,00, e gli ultimi minimi situati in area 13,70/13,50, con area intermedia a 14,70.

In tal caso Generali potrebbe spingersi a 12,50/12,30 in prima battuta e verso i minimi del 09 marzo 2009 situati a 9,70 successivamente.
 
 

domenica 16 maggio 2010

EURUSD ai minimi degli ultimi tre anni

Valore intrinseco a scadenza 0,404

Ritorno atteso 69,3%
Incremento del sottostante -3,07
stop loss (base daily) -0,09
Scadenza 18/06/10
Giorni 33

long put
sg p 1,25 18giu
target 1,20


come si può notare dal grafico il cross si trova al ridosso del supporto degli ultimi tre anni in corrispondenza di 1,2330 la cui rottura lascerebbe campo libero per quota 1,20 ed oltre

lunedì 10 maggio 2010

FINMECCANICA, i volumi risultano nettamente sopra la media degli ultimi 20 giorni avvalorando il rimbalzo in atto

In progresso del 4,61% a 9,07 euro il titolo Finmeccanica, dopo aver testato venerdì scorso il supporto in area 8,50 euro. E' in formazione un triplo minimo, figura di inversione rialzista molto attendibile.

Graficamente l'RSI (14) e lo Stocastico lento risultano in ipervenduto e i volumi risultano nettamente sopra la media degli ultimi 20 giorni avvalorando il rimbalzo in atto.

Il target primo è posto in area 9,20 euro, sopra questo livello ci sarà una conferma rialzista con target price successivo in area 9,80 euro circa.

Il titolo oscilla in un range di prezzo che va da 8,50 euro a 12,40 euro da oltre un anno e mezzo, si può quindi individuare un target price di medio periodo proprio in area 12,40 euro
 
 


long call
uc c 10 03/09
target 10,40

Valore intrinseco a scadenza 0,040
Ritorno atteso 73,9%
Incremento del sottostante 13,29
stop loss (base daily) 0,11
Scadenza 03/09/10
Giorni 116

Apri un conto forex ed inizia a guadagnare subito sruttando una tecnica di scalping dall'enorme potenzialità 

domenica 9 maggio 2010

Il piano di trading è tutto per avere successo

Bene oggi ho deciso di fare una ricognizione delle mie performance e cosa scopro:

che se fossi uscito prima come previsto dal piano di trading che prevede di uscire dal cw nel momento in cui il titolo non rispetta una certa percentuale di performance su base giornaliera avrei di certo perso circa il 60% in meno, di seguito il grafico


questo è quello che è successo invece perchè anzicchè avere fiducia nel piano di trading come detto prima il sottoscritto contento di aver fatto circa +40% di profitto esce dal mercato e invece....




è questo è quello che è avvenuto sul covered warrant collegato....


dopo aver acquistato in data 26/04 a 0,1075 sono uscito il 28/04 a 0,1495 oggi il cw fa 0,4800 circa... fate voi i conti!

Se vuoi diventare un professionista del trading sruttanto un eccezionale sconto del 10% non ti resta che clikkkare qui!

Se invece sei stanco di questi caxxo di strumenti diabolici apri un conto forex seguendo questa dritta!

martedì 4 maggio 2010

Ridotti i margini richiesti dai broker

Comunichiamo che i margini richiesti dal Broker di riferimento si sono ridotti. I valori che tradingmatica utilizzerà dal 01/05/2010 sono riportati in seguito:

  • Dax Future= 5.650 €uro intraday e 11.300 €uro overnight
  • FTSE Mib Future= 7.750 €uro intraday e 15.500 €uro overnight
  • Mini FTSE Mib Future= 1.445 €uro intraday e 3.090 €uro overnight
  • Bund Future= 1.170 €uro intraday e 2.340 €uro overnight
  • Eurostoxx= 1.130 €uro intraday e 2.260 €uro overnight

In seguito a questa variazione, sono stati aggiornati i capitali richiesti sulle combinazioni consigliate (Clicca QUI)

Non perdere l'occasione di testare i nostri trading systems automatici i maniera del tutto gratuita!

by Tradingmatica

sabato 1 maggio 2010

Contrastati i bancari con Intesa Sanpaolo (+0,3%) e B.P.Milano (+0,12%) che sono le uniche a far registrare il segno positivo

Contrastati i bancari con Intesa Sanpaolo (+0,3%) e B.P.Milano (+0,12%) che sono le uniche a far registrare il segno positivo. Nel frattempo e' in corso l'assemblea dei soci dell'istituto di Credito di Ca' de Sass, durante la quale Corrado Passera ha affermato che nel 2010 l'istituto conseguira' un utile netto "leggermente superiore" a quello del 2009, mentre il presidente del Consiglio di Gestione, Enrico Salza, ha parlato di un "anno di transizione dal punto di vista macroeconomico". Scendono invece Mediobanca (-1,55%), B.Mps (-1,13%), Ubi B. (-0,9%), Unicredit (-0,8%) e B.Popolare (-0,66%). Il comparto, comunque, non e' stato eccessivamente appesantito dai cali di Goldman Sachs (-8,13% a Wall Street) dopo che la procura in Usa ha aperto un inchiesta per frode nei confronti dei clienti del colosso bancario in seguito alla cartolarizzazione di mutui subprime.



strategia, long put
cw, uc p banca intesa 2,60 04/06
target 2,10

Scopri il trading automatico!

Valore intrinseco a scadenza 0,050
Ritorno atteso 88,7%
Incremento del sottostante -15,92
stop loss (base daily) -0,45
Scadenza 04/06/10
Giorni 35

giovedì 29 aprile 2010

Trading online in azioni ed opzioni per il tuo benessere finanziario e personale

Conosci Tradingfurbo.net ?

Forse non sai che il tema principale di questo sito e' la ricchezza.

Nel Blog di Tradingfurbo.net usciranno minimo due articoli alla settimana che:

- possono contenere delle informazioni molto interessanti che possono fare la differenza nella tua vita nel campo del benessere finanziario e personale;

- possono farti riflettere su diversi valori cui vale la pena dedicare il proprio tempo e la propria energia continuamente per far si che siano vivi e presenti nella nostra vita per tenere vivo il nostro benessere;

- approfondimenti sui temi del Trading On Line in Azioni e in Opzioni e altre strategie interessanti per creare fonti di reddito alternative e aggiuntive nella nostra vita;

- strategie psicologiche per ottenere il meglio da se e dagli altri;

- strategie per raggiungere il cliente e far crescere la propia attivita';

- strategie per proporsi meglio al prossimo sia in campo professionale che personale ...

- risorse gratuite e a pagamento che ti faranno guadagnare di piu'.

Ecco una serie di RISORSE GRATUITE che puoi fare tue IMMEDIATAMENTE!

by Michele Russo